Una Produzione Italiana

Nel cuore di Firenze, dove l’arte si fonde con la tradizione, i maestri artigiani di Moranduzzo danno vita a creazioni natalizie uniche.

La Storia

L’Inizio di un Sogno a Firenze: Dario e Elena Moranduzzo lasciano il loro paese natale, Castello Tesino, per Firenze.

0{{current_slide_index}} 0{{total_slide_count}} L'inizio di un sogno a Firenze 1939 Dario e Elena Moranduzzo lasciano il loro paese natale, Castello Tesino, per Firenze. Qui, in Via Condotta, 19, rilevano un negozio che diventerà la pietra angolare del loro futuro impero di decorazioni natalizie. La loro visione imprenditoriale e il loro coraggio pongono le basi per una storia di successo.
2021 1946
0{{current_slide_index}} 0{{total_slide_count}} La nascita di un'icona 1946 Dario, ispirato dall’energia dei soldati americani, trasforma il negozio in una fabbrica di decorazioni natalizie. Quest’anno segna anche l’incontro con Antonia Rosa Flaim, che diventerà sua moglie e compagna nella vita e negli affari. Insieme, gettano le fondamenta di un’impresa che diventerà sinonimo di Natale in Italia.
1939 1952
0{{current_slide_index}} 0{{total_slide_count}} L’Innovazione che Rivoluziona il Natale 1952 Nel 1952, Dario Moranduzzo compie un passo rivoluzionario nel mondo delle decorazioni natalizie con l’invenzione della ghirlanda in PVC. Questa innovazione segna una svolta significativa rispetto alle tradizionali ghirlande realizzate in viscosa, un materiale noto per essere infiammabile, opaco e costoso. La ghirlanda in PVC, al contrario, è ignifuga, brillante e molto più economica, rendendola accessibile a un pubblico più ampio e garantendo una maggiore sicurezza nelle case durante le festività. La ghirlanda in PVC diventa rapidamente un’icona dell’azienda Moranduzzo e un elemento distintivo del decoro natalizio moderno.
1946 1959
0{{current_slide_index}} 0{{total_slide_count}} L’Eredità Luminosa di Moranduzzo 1959 Nel cuore pulsante di Chicago, durante il festoso Magnificent Mile Lights Festival, si è scritta una pagina importante nella storia delle decorazioni natalizie. Fu l’incontro tra George Silvestri e Dario Moranduzzo a dare il via a una rivoluzione luminosa che avrebbe attraversato l’oceano.

Le “Italian White Lights”, piccole lampadine a pisellino ideate da Moranduzzo, hanno catturato l’attenzione e l’ammirazione di tutti quando i magazzini Saks sulla Quinta Strada di New York decisero di adornare i loro alberi con queste delicate luci italiane. La Silvestri Art, rinomata azienda americana nel campo degli addobbi natalizi, aveva commissionato a Moranduzzo queste speciali luci per creare un’atmosfera unica e inconfondibile.
1952 1966
0{{current_slide_index}} 0{{total_slide_count}} Moranduzzo si trasferisce a Scandicci 1966 Nel 1966, l’immobile di Scandicci, che oggi ospita la sede di Prada, fu costruito come un moderno centro di produzione. Con una superficie di 20.000 metri quadrati, l’edificio era dotato di una mensa interna e reparti di produzione all’avanguardia. L’azienda poteva contare su 500 dipendenti interni e 1000 lavoranti a domicilio, dimostrando l’importanza di Moranduzzo come punto di riferimento nel settore.

1959 1982
0{{current_slide_index}} 0{{total_slide_count}} Il Presepe Landi e la Cromoplasto 1982 Nel 1982, la Moranduzzo ha acquisito la Cromoplasto, un’azienda di Lucca specializzata nella produzione di soldatini e conosciuta anche per una linea di pastori per il presepe. Questa azienda era di proprietà della famiglia Landi, scultori da tre generazioni. In seguito all’acquisizione, Martino Landi, figlio della famiglia Landi e coetaneo di Antonio Moranduzzo, è rimasto in qualità di scultore esclusivo per la Moranduzzo. Da quel momento, Martino ha iniziato a creare nuove collezioni di statue per il presepe, arricchendo il catalogo Moranduzzo con la linea Landi, che si distingue per la qualità e l’originalità delle sue creazioni.
1966 2000
0{{current_slide_index}} 0{{total_slide_count}} Benedizione Papale 2000 Il presepe Landi viene benedetto da Papa Wojtyła, diventando un’icona di bellezza e spiritualità, e consolidando ulteriormente la reputazione di Moranduzzo nel mondo delle decorazioni natalizie.
1982 2014
0{{current_slide_index}} 0{{total_slide_count}} Rinnovamento e Tradizione 2014 Dario, Matteo e Valeria Moranduzzo si impegnano a consolidare la storia e il Made in Italy nel mondo, rimuovendo i prodotti di importazione e puntando sulle linee prodotte in Italia, prevalentemente sul presepe realizzato dallo Scultore Martino Landi. 2000 2020 0{{current_slide_index}} 0{{total_slide_count}} Innovazione Tecnologica 2020 L’azienda rinnova il parco macchine, introducendo tecnologie avanzate come il taglio laser, la piega metalli e la stampa 3D, per lanciare nuovi prodotti Made in Italy nel settore dell’articolo da regalo. 2014 2023 0{{current_slide_index}} 0{{total_slide_count}} FIRENZE 1946 e il Futuro del Gift 2023 Nasce il marchio FIRENZE 1946, con cui Moranduzzo entra nel mondo del Gift. La collezione racconta la storia di Moranduzzo attraverso articoli che rappresentano momenti e personaggi significativi, come Il Cavallino Lisi; l’orsetto Bruno; la Guardia Inglese; Il Treno; e lo schiaccianoci, diventando simboli di resilienza, coraggio, destino e l’universalità del Natale.

La collezione si distingue per la sua capacità di raccontare storie attraverso oggetti simbolici
2020 1939
Accedi
Create an account

Your personal data will be used to support your experience throughout this website, to manage access to your account, and for other purposes described in our privacy policy.

Password Recovery

Hai perso la password? Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai tramite email un link per generarne una nuova.

Profilo & Strumenti